Iscriviti alla Newsletter di Dario Silvestri

Come smettere di procrastinare | Puoi farcela anche tu

;

Quante volte ti sei domandato come smettere di procrastinare?

La procrastinazione è una brutta, bruttissima bestia e la conosco bene: è stata compagna fedele di un numero spropositato di persone che ho seguito come Mental Coach professionista.

In molti la prendono sottogamba e la considerano molto semplicemente una tara caratteriale impossibile da eradicare. Ritengono, anzi, che tutte quelle persone che tendono a procrastinare, ossia a rimandare ogni giorno i propri impegni e le proprie responsabilità, siano soltanto degli scansafatiche da due soldi.

Dall’altra parte, invece, chi si ritrova in quel limbo che è la procrastinazione il più delle volte ne soffre molto. Patisce una condizione da cui non riesce a uscire e per la quale finisce per deludere le persone attorno a sé, da cui si sente oltretutto giudicato e biasimato. Si tratta senza ombra di dubbio di una situazione che, se non considerata per tempo, non può far altro che peggiorare.

Lo so, non è per niente facile, anche perché il livello di investimento emotivo è altissimo, ma capire come smettere di procrastinare non è impossibile, né una chimera lontana che si può solo sognare. Se vuoi imboccare questa strada e imparare ad affrontare in modo differente il tuo domani, io sono proprio qui per aiutarti.

Ma prima di arrivare a comprendere come smettere di procrastinare, è fondamentale capire a fondo che cos’è questa fantomatica “procrastinazione”.

best-seller

La procrastinazione: il pozzo senza fondo delle tue paure

Sì, bene, lo so anche io che non ci vuole niente a definire su due piedi che cos’è la procrastinazione, basta anche soltanto leggere la definizione che ne dà il vocabolario Treccani: si parla di “differire”, “rinviare” da un giorno all’altro, “allo scopo di guadagnare tempo o addirittura con l’intenzione di non fare quello che si dovrebbe”.

Fin qui, tutto bene, ma non è questo il tipo di procrastinazione di cui stiamo parlando qui, né il tipo di definizione che ci serve.

Rimandare qualcosa di tanto in tanto capita a tutti. Il problema vero lo abbiamo nel momento in cui la procrastinazione diventa un’abitudine, una nostra naturale risposta agli impegni e alle incombenze, un modo per scansare situazioni che ci mettono in scacco e a disagio.

In quel frangente, parlare di un mero “rinviare” è cosa di ben poco conto. Il tipo di procrastinazione che ci interessa è quello più radicato e che diventa il pozzo senza fondo delle tue paure o, meglio, lo strumento che utilizzi per evitare di affrontarle in modo sistematico.

Se vuoi capire come smettere di procrastinare, devi iniziare da qui: devi arrivare a comprendere quali sono queste paure da cui stai cercando di fuggire ogniqualvolta eviti un determinato appuntamento, uno specifico compito o una particolare occorrenza.

A questo punto però ho una brutta notizia per te: non ti basterà comprendere la natura delle tue paure per capire come smettere di procrastinare e andare davvero in quella direzione. Perché tu possa dare il via a un cambiamento reale, occorre che tu ti dia da fare anche nel concreto, attraverso le tue azioni. Vediamo in che modo.

Come smettere di procrastinare: le tue potenzialità per crescere

“Scusa, Dario, ma una volta che avrò capito quali sono le paure che mi bloccano e mi terrorizzano, che ci devo fare?”

Quando con una persona affronto il perché e il come smettere di procrastinare, è questa la domanda che mi viene posta più di frequente. La risposta è semplice: una volta comprese quali sono quelle paure che ti bloccano e che ti spingono a reagire in un determinato molto e a reiterare la tua abitudine a procrastinare, potrai “disinnescarle”.

Non è qualcosa che puoi fare dall’oggi al domani schioccando le dita, sia chiaro. Il punto però è che nel momento in cui sei consapevole, hai tra le mani una forza incredibile. Con la consapevolezza puoi iniziare infatti a far caso a certi tuoi atteggiamenti, schemi di comportamento, modi di fare. A forza di notarlo, di rifletterci e di capire ogni giorno un poco di più ciò che ti smuove, inizierai a prendere scelte diverse rispetto a quelle consuete.

È un modo di fare che potrai acquisire perché lo vuoi, esercitando la tua volontà, scegliendo tu in che direzione andare, non per far felici gli altri o chicchessia.

Ti dirò di più: questo è il genere di atteggiamento che, attivato su più fronti, ti può portare a ritrovare o scoprire tutte le tue potenzialità per cambiare e crescere, per sperimentare il nuovo e renderti conto di poter essere differente da come sei sempre stato abituato a vederti e, perché no, talvolta anche “etichettarti”.

Se ti interessa questo argomento leggi anche questo Articolo, cliccando QUI.

Un consiglio: ragiona sul lungo termine

Se sei stato afflitto dalla procrastinazione cronica sino ad oggi, non pensare di poter capire come smettere di procrastinare oggi e di smettere di farlo in questo preciso istante. Ciò che puoi fare… anzi, ciò che DEVI fare è ragionare a piccoli passi e sul lungo termine. Puoi risolvere il problema e lasciartelo alle spalle, ma per farlo devi iniziare a dire basta alle scuse, a non procrastinare questa decisione e a lavorare su questo tuo problema sin da ora, da questo preciso istante. Inizia sin da adesso a riflettere, cercare di capire, analizzare il tuo modo di fare.

Accetta chi sei, le tue paure, i tuoi limiti, quindi affrontali e passa oltre. Nessuno può aiutarti se non sei tu il primo a volere questo cambiamento, e questo tuo cambiamento parte da qui.

Scendi in Arena e inizia a lottare per te stesso, non aver paura di scoprire che in realtà… tutto è possibile. Perché è così, te lo ripeto: tutto, ma proprio tutto, è possibile. E lo dico perché ci credo, perché so che è così, perché l’ho visto con i miei occhi prima su di me e poi con le centinaia di persone che ho accompagnato nel loro percorso di crescita.

Ti dirò di più, comprendere come smettere di procrastinare è solo una sfida delle sfide che puoi vincere.

Non hai nemmeno idea del potenziale che puoi tirare fuori, che è ancora allo stato grezzo dentro di te e che necessita soltanto di un po’ di fiducia per uscire allo scoperto.

È giunto il momento di riprenderti ciò che è sempre stato tuo.

Dario Silvestri

Practice, Dedication, Results