Iscriviti alla Newsletter di Dario Silvestri

Gestire il rischio | Imparare è possibile

;

Saper gestire il rischio è possibile? Assolutamente sì ed è l’argomento di cui voglio parlarti oggi. Alla luce di tutto l’interesse rispetto agli argomenti legati a bitcoin, blockchain e investimenti che ho trattato di recente, mi sono accorto dello spropositato numero di persone interessate a imparare a gestire il rischio in maniera efficace, non soltanto in riferimento a eventuali scelte di vita, ma come importante riferimento per la propria crescita personale.

Di fatto è così: nella vita ci sono innumerevoli frangenti in cui potresti scoprirti bloccato. I motivi? Al di là di considerazioni legate ad aspetti più che altro pratici, i blocchi più comuni sono dettati da paure, limiti e condizionamenti interiori che fanno parte di un vecchio programma che ha messo le proprie radici dentro di noi. Come già saprai, sono argomenti che ho ampiamente trattato anche nel mio libro, “Il potere del cambiamento”, uscito nel 2019 per quelli della Hoepli.

E in tutto questo, come si inserisce la capacità di saper gestire il rischio?

Tale capacità si inserisce anche in questo contesto perché è proprio quando impari a confrontarti in maniera ragionata e razionale con il rischio che puoi cominciare a misurarti in maniera differente e più matura con te stesso. Questo per una semplice ragione: per crescere e migliorare, come anche per inseguire i tuoi sogni, devi essere pronto ad affrontare il cambiamento, e il cambiamento stesso nasconde per sua stessa natura una forte componente connessa al rischio. Del resto, sai come si dice, no? Quando cambi, “sai quel che perdi ma non sai quel che trovi”. In poche parole, cambiare è rischioso..

best-seller

Cambiamento e rischio: la strada per la tua crescita

Non c’è tanto da girarci intorno: cambiamento e rischio sono strettamente legati tra loro e sono elementi di cui devi per forza tenere conto se hai intenzione di crescere e darti modo di diventare una persona migliore, di conseguire i tuoi traguardi e obiettivi.

Il punto cruciale è che non sempre la trasformazione e il cambiamento dello status quo determinano un miglioramento della condizione che stai vivendo. Potrebbero, anzi, essere ragione di un peggioramento. Chi può mai dirlo? Nessuno potrà mai darti certezze in questo senso, perché nulla di ciò che fai o farai potrà mai essere sotto il tuo controllo al 100%. Il rischio che qualcosa vada storto è sempre dietro l’angolo.

C’è però una buona notizia: così come è dietro l’angolo il rischio che qualcosa vada storto, sappi che dietro quello stesso angolo c’è anche il rischio che tutto vada secondo i piani, se non addirittura meglio!

L’unica certezza su cui puoi fare affidamento è che il cambiamento ti guiderà verso qualcosa di nuovo e sconosciuto: verso una situazione diversa da quella in cui ti trovi attualmente. La crescita consiste proprio in questo porsi sempre in situazioni diverse, nello sperimentare percorsi ancora da scoprire, nel mettersi alla prova rispetto a sfide che un tempo ti sarebbero parse impossibili anche soltanto da immaginare.

In tutto questo cambiare e trasformarsi, il rischio è una costante. Ed è questa costante che diventa il trucco su cui dovrai fare perno per imparare a gestire il rischio nel modo corretto, rendendolo tuo alleato per un futuro ancora più brillante. In che modo? Con l’abitudine.

Abituati a rischiare

Se nella vita vuoi che il rischio giochi a tuo favore, devi trattarlo come se fosse una costante da accogliere nelle tue giornate. Detto in altri termini, devi fare in modo che affrontare i rischi e tutte le paure ad essi connesse diventi per te un’abitudine come tante altre che costellano la tua vita.

Ogni volta che eviti di rischiare e di imbatterti in un imprevisto, cercando la sicurezza di tutto ciò che già conosci e ti è noto, stai dando un chiaro segnale al tuo cervello: non rischiare. Stai dicendo in modo inequivocabile alla tua mente che la strada da perseguire è quella della prudenza.

In realtà, ogni volta che compi questa scelta, stai facendo un passettino in una direzione ben precisa: in quella che ti porta a immobilizzarti dove sei e a incancrenirti in quella che è la tua solita routine quotidiana.

Per carità, non voglio che tu mi fraintenda: non ho nulla da ridire contro quella tua routine. Il messaggio che voglio però che tu comprenda bene è che, proseguendo su questa china, ti stai precludendo qualsiasi possibilità di scoprire mondi nuovi, dentro e fuori di te. Perché è questo che accade se manca il rischio: con il rischio, viene a mancare anche il gusto di vivere emozioni diverse e sconosciute, di imparare nuove abilità, di dare spazio a nuove certezze. Cosa ti resta? Ma più che altro, sapresti dirmi cos’è che stai proteggendo con così tanto impegno e dedizione?

Goditi il panorama

“Sei impazzito, Dario? Cosa c’entra ora il panorama?”

C’entra eccome. Vedi, voglio lasciarti un consiglio: non devi mai farti frenare dalla paura di perdere quello che hai. Chi ha paura di rischiare e non sa bene come gestire il rischio, ha spesso il timore di perdere tutto ciò che ha acquisito. È come se, salito su una bellissima collina, avesse deciso di costruirvi una fortezza per difendere la sua posizione e tutti i propri averi. Così se ne sta lì, attentissimo a guardarsi intorno per proteggersi da eventuali malintenzionati o aggressori, dimenticandosi di ciò che ha veramente valore, ovvero il motivo per cui si è spinto fino a quell’altezza: il panorama.

Più ottieni e più hai paura di perdere ciò che hai conquistato. Ricorda però che il successo o la ricchezza di cui oggi puoi disporre sono frutto dei rischi che hai saputo cogliere in passato. Non lasciare che la paura di perderli ti freni nel raggiungimento di obiettivi e traguardi nuovi; non rimanere ancorato alla tua fortezza, dimenticandoti che potrebbero esserci colline ancora più alte, panorami ancora più luminosi, luoghi ameni ancora da scoprire. L’unico tesoro che devi stare attento a non perdere è la voglia di scommettere su te stesso e il tuo futuro. Perciò continua a salire, provare, tentare, vincere e fallire.

Sopra ogni altra cosa, continua a rischiare!

Dario Silvestri

Practice, Dedication, Results