Iscriviti alla Newsletter di Dario Silvestri

Per andare avanti bisogna guardare indietro

;

Per andare avanti bisogna guardare indietro, lo sapevi?

Il processo che ti porta a realizzare un cambiamento effettivo nella tua vita non è mai lineare, anzi. Puoi immaginarlo come un vero e proprio cammino tra le montagne: si compone di innumerevoli salite, ripide discese, curve più o meno strette… Molto spesso capita anche di rimanere bloccati o di ritrovarsi in una situazione precaria da cui è difficile tirarsi fuori.

In tutto questo procedere non c’è mai giusto o sbagliato, è semplicemente la vita a essere fatta così. Un insegnamento importante che è tuttavia doveroso tenere sempre a mente è che per andare avanti bisogna guardare indietro.

In che senso? Nel senso che bisogna essere consapevoli della strada che si è percorsa, di come si sono risolti o superati determinati problemi e di come si sono prese le proprie decisioni e perché.

Alcuni potrebbero vedere questa mancanza di linearità come un’inutile perdita di tempo rispetto all’obiettivo prefissato. Del resto, passare da uno stato A a uno stato B senza alcuna deviazione o contrattempo è molto pratico e veloce. Eppure…

Eppure tutte queste difficoltà, questi inciampi in cui potresti incorrere sono in realtà necessari e utili, oserei dire preziosi. Tali ostacoli e deviazioni, come anche i piccoli cambiamenti di percorso che operi lungo la strada per aggiustare la direzione e il tiro, sono tutti – nessuno escluso – assestamenti preziosissimi e imprescindibili per aiutarti a comprendere te stesso, crescere e determinare il tuo cambiamento in concretezza.

Per andare avanti bisogna guardare indietro perché come già sai, soprattutto se mi segui da tempo, il cambiamento non è soltanto la transizione dal punto A al punto B, ma tutto ciò che ti porti dietro di quel passaggio e del tempo trascorso in mutazione. Un tempo che ti occorre per osservare e osservarti e, infine, imparare.

best-seller

Il tuo tempo è prezioso

Il tempo come risorsa è spesso sottovalutato. Siamo tutti ormai così tanto schiacciati da giornate che trascorriamo correndo come matti da una parte all’altra da aver quasi dimenticato quanto sia fondamentale dare al tempo una sua importanza, il suo rilievo.

Nel processo del cambiamento, il tempo è una chiave essenziale.

Come ti spiegavo poco fa, è il tempo ad aiutarti a sedimentare il cambiamento, a renderlo concreto, a trasformarlo in una nuova base di partenza per costruire il tuo domani. Senza il tempo il cambiamento non esiste, perché la trasformazione è fatta di una somma di attimi che non puoi evitare di attraversare.

Quel tempo ti è necessario, quel tempo ti è prezioso. È per questo che è importante che tu lo tratti bene, il tuo tempo, e decida di dedicarlo a ciò che è veramente fondamentale per te. Ogni volta che accetti di spenderlo per attività che non risuonano con la persona che sei o con persone che non hanno un’influenza positiva su di te, stai perdendo le tue energie e risorse, togliendo forza al tuo percorso.

Stai perdendo tempo, per l’appunto.

In questo caso, però, non si tratta delle difficoltà o degli ostacoli di cui parlavamo prima, ma del fatto che stai scegliendo di non investire in ciò che ti preme sul serio.

Prima dicevamo che per andare avanti bisogna guardare indietro, no? Allora impara da questo: guardati indietro e renditi conto di quanto tempo hai già perduto senza accorgerti o senza riflettere su ciò che stavi facendo.

Tantissimo, vero?

Prendi questo esempio per capire quanto puoi imparare dalla strada già seguita fino ad ora. Credimi, è un esempio importante, forse il più importante di tutti, perché il tempo è la tua risorsa n. 1 e riuscire a trovarne equivale a scoperchiare un tesoro inestimabile.

Dove sei in questo momento?

Comprendere che per andare avanti bisogna guardare indietro significa dare importanza alla propria storia e al proprio passato, riconoscerne il valore. Non è un caso che nel “Potere del cambiamento”, il libro che ho pubblicato tempo fa per Hoepli e incentrato proprio su questi temi, il primo dei 7 passi per il cambiamento sia quello dedicato alla comprensione di dove sei.

Dove sei in questo momento? È da qui che devi partire, perché tu ora sei questa persona, sei in questo luogo e hai queste risorse. Ciò significa due cose.

La prima è che devi partire da quelle che sono le tue certezze e non le tue illusioni. C’è chi si illude di essere o avere ciò che di fatto non è o non ha ed è un grandissimo errore, perché le illusioni si smascherano in fretta quando si scontrano contro la realtà.

La seconda è che tra un giorno, un mese o un anno potrai essere la persona che hai sempre sognato di diventare, ma solo ed esclusivamente se avrai il coraggio di riconoscere quali sono i tuoi punti di forza e quali le tue debolezze in questo momento. Questa onestà nei tuoi confronti può portarti lontano e aiutarti a lavorare sodo proprio su ciò su cui ti serve focalizzarti per migliorare e raggiungere i tuoi obiettivi.

Se ti interessa questo argomento leggi anche questo Articolo, cliccando QUI.

Per andare avanti bisogna guardare indietro

Ora che hai capito perché per andare avanti bisogna guardare indietro, fallo: guardati quello che è il tuo passato, ripercorri la strada che ti ha condotto a essere la persona che sei oggi, scopriti e immergiti in quella che è la tua realtà e la tua storia.

Ciò che ti invito a fare è di cercare di capire fino in fondo quali sono i meccanismi che stanno alla base delle tue scelte, qual è la benzina che anima i tuoi desideri e quali, infine, le paure che ti porti dentro e che ti impediscono di togliere limiti e confini ai tuoi sogni.

Nessuno può né potrà mai fare tutto questo per te. Tu sei l’unica persona che può davvero dare innesco a questo cambiamento che desideri e dare un senso ai tuoi passi.

Perché il tuo futuro sia pieno di straordinarietà, devi iniziare a spingerti oltre l’ordinarietà.

Non scappare da tutto questo, perché non devi dimenticarti mai di chi sei e della tua storia.

Se per andare avanti bisogna guardare indietro, inizia a ricordare ora, inizia a guardarti indietro adesso.

Poi scatta in avanti e va’ a prendere tutto ciò che ti meriti.

Dario Silvestri

Practice, Dedication, Results