Iscriviti alla Newsletter di Dario Silvestri

Vinci la paura | Raggiungi i tuoi traguardi

;

Oggi te lo voglio gridare: vinci la paura!

Voglio che per te l’articolo di oggi sia uno sprone, un’esortazione forte e decisa che ti spinga a lottare per superare tutti quei limiti, condizionamenti e paure che ti frenano e ingabbiano nel tuo presente.

Vinci la paura! Perché non puoi permettere a ciò che ti ha ferito e segnato nel passato di pesare ancora sulle tue spalle. I dolori e i timori che ti stai trascinando dietro sono frutto di traumi e situazioni che hai già superato.

Riflettici: tu sei la stessa persona che eri un tempo? No.

Come per tutti, il tempo ti ha cambiato, ti ha trasformato e plasmato. Il tempo ti fatto crescere. E se ti ha fatto crescere e maturare significa che ti ha anche fornito di strumenti nuovi e diversi, di strumenti che un tempo non avevi ma che oggi puoi adoperare a tuo vantaggio per affrontare in modo più efficace ciò che ti spaventa o che temi si ripresenti nella tua vita.

Non c’è ragione per cui tu non possa farcela. Ma devi riflettere. Su che cosa? Su di te, sulla tua storia, su chi ha contribuito a dare forma alle tue ferite e ai tuoi dolori.

Soprattutto, devi riflettere sulla storia delle tue emozioni. Ciascuna di esse si ricollega infatti a un momento, a una data circostanza e a determinate persone. Riuscire a ricostruire e a ripercorrere quella storia, per quanto in taluni casi possa rivelarsi doloroso, equivale a munirsi di medicamenti potentissimi per curare e far guarire una volta per tutte le tue ferite, anche quelle più profonde.

Perciò sì, vinci la paura e inizia a vivere come una persona libera, godendoti appieno le migliaia di possibilità che la vita ti offre.

best-seller

Parola chiave: contesto

Ti ho convinto? Bene. Allora sappi che se davvero desideri vincere la paura, una delle parole chiave che devi tenere sempre a mente è una: contesto. Essere capaci di contestualizzare è segno di profonda intelligenza.

Se ci pensi, ogni accadimento della tua vita si è verificato per una data ragione e in un certo specifico momento. Ha un suo determinato perché. Riflettendo su questo, capisci anche che tutte le brutte emozioni legate a una o più particolari circostanze non devono essere riportate e trasposte una, due e mille volte in altri mille contesti diversi. Sono e devono rimanere collegate a quelle circostanze.

Quando ti dico così, fa’ attenzione a non fraintendermi. Non voglio dire che devi “dimenticartene” o “fare finta di niente”. Un atteggiamento di questo tipo sarebbe addirittura controproducente e ti spingerebbe a incamerare troppa negatività a cui prima o poi dovresti dare sfogo.

Ciò che voglio dire è che è necessario imparare a svolgere un delicato passaggio: dal subire le tue emozioni in maniera passiva, devi passare all’usarle in maniera attiva. In che modo?

In modo molto più semplice di quel che pensi. Hai bisogno di comprendere che cosa ti ha fatto stare male e, una volta compreso questo, dovresti porti alcune domande:

  • Che cosa potresti fare di diverso nel caso ti ritrovassi in quel medesimo frangente?
  • Quali strumenti potrebbero servirti per reagire e affrontare quella difficoltà in modo nuovo?
  • Quali comportamenti dovresti mettere in atto per poterti raffrontare a quella difficoltà in modo più sensato, maturo e coraggioso?

Partendo quindi da un’analisi del contesto, i vantaggi sono dunque due.

Da una parte, ti rendi conto del fatto che ogni tua azione e reazione non ha natura astratta ma reale, concreta e tangibile.

Dall’altra, è un modo molto efficace e valido per circoscrivere la tua paura ai fatti che l’hanno generata.

Quanto sei convinto?

“Vinci la paura!”. Ecco, te l’ho ridetto.

Ma toglimi una curiosità: quando vedi che te lo ripeto più e più volte, cosa provi? O meglio, cosa pensi?

Te lo chiedo per comprendere il tuo grado di convinzione. Se la tua risposta istintuale vira più verso il “sì, come no”, non sei sulla strada giusta. È la risposta di chi ancora alimenta quell’immaginario secondo cui la salvezza arriverà prima o poi grazie a un intervento esterno. Ed è anche la risposta di chi fatica a farsi carico della responsabilità delle proprie azioni e della propria vita.

Guardati allo specchio, guardati fisso negli occhi e prova a gridartelo tu stesso: “Vinci la paura!”.

Gridarselo così è un’emozione forte, un’emozione alla quale forse non sei neppure abituato. Sai da dove deriva questo tipo di emozione? Dalla speranza, dalla fiducia e sicurezza in sé stessi. Chi crede nelle proprie capacità, sa che la paura non è qualcosa da cui si scappa, ma un indicatore importante di ciò su cui occorre invece lavorare per migliorarsi come persona. Chi crede nei propri talenti e nelle proprie risorse, sa che la paura si può superare e vincere.

Anche perché la paura non è una e univoca. Ci sono infinite paure a questo mondo e ciascuna di esse si manifesta in maniera differente e unica in ciascuno di noi. C’è chi teme di non farcela e chi invece di riuscire, chi di fidarsi degli altri e chi di non essere amato… La peggiore, però, è la paura della paura stessa.

Se ti interessa questo argomento leggi anche questo Articolo, cliccando QUI.

Vinci la paura!

 Sì, vinci la paura! Le nostre paure crescono, cambiano e mutano con noi e col passare del tempo, non sono mai le stesse.

Per questo, non illuderti: vincere le tue paure non ti porta a costruire un’esistenza scevra di timori e limiti. Anche perché le paure, come già ti ho accennato, sono un’importante bussola per crescere e diventare una persona più consapevole di sé stessa.

Il mio “vinci la paura!” vuole essere un invito a farti comprendere come muovere il primo passo per affrontare ciò che ti blocca e ti tiene fermo, e a farti anche comprendere come farlo in maniera sistematica rispetto a tutto ciò che può o potrebbe crearti intralcio nel raggiungimento dei tuoi obiettivi.

È un invito a non smettere di lottare e di reagire di fronte alle difficoltà, ai problemi e al dolore. Come tutto il resto, fanno parte del grande gioco della vita. Invece di rifuggirli, impara a giocare! E a farlo come un vero fuoriclasse.

Se vuoi cominciare a vincere a questo gioco e a prenderti tutto ciò che hai sempre sognato, datti da fare e non tentennare… Vinci la paura e raggiungi i tuoi traguardi!

Dario Silvestri

Practice, Dedication, Results